Skip Repetitive Navigational Links

Please login

News

« Precedente

UNDER 14 Elite: SANCAT FIRENZE - CALENZANO BULLDOGS 45-65

domenica 20 maggio 2018

CALENZANO BULLDOGS: Fiammelli, Campostrini , Doni, Schapira 22, Sarti 7, Baldini, Gostinelli, Viciani 2, Allinei 28, Vangi 5, Soletti, Tagliaferri, All. Lupori --- Parziali: 13-18, 8-12, 15-21, 9-13 --- UNA PAGINA DI STORIA --- Domenica 20 maggio 2018 Palazzetto L. Giovani di San Vincenzo ore 19,00, sta per iniziare la finalissima per il titolo di Campione Regionale Toscana basket categoria U.14 Elite si affrontano, contro ogni pronostico, Sancat Firenze, che ha eliminato in semifinale Don Bosco Livorno (vincitore del girone A ), e Bulldogs Calenzano che, nell’altra semifinale, ha eliminato Virtus Siena (vincitore del girone B e accreditata dal pronostico quale vincitrice del torneo). L’impianto ancora odora di sudore e fatiche per l’incontro appena terminato della finalina che ha assegnato il 3° posto al Virtus Siena ai danni del Don Bosco Livorno. Tutto è pronto, i fiorentini in completa tenuta azzurra, i nostri nella consueta muta completamente nera schierati in campo con lo stesso quintetto iniziale che ha affrontato il Virtus Siena, tifo composto sugli spalti ad indicare la consapevolezza che entrambe le squadre hanno ormai raggiunto un traguardo importante non pronosticabile nemmeno dal miglior veggente. Inizio equilibrato , le formazioni si affrontano a viso aperto con continui capovolgimenti di fronte che vanno a segno, Sancat sfrutta la dinamicità e la velocità dei sui giocatori imbastendo un gioco al quanto insidioso soprattutto per le nostre ripartenze, il Calenzano, più forte fisicamente , contiene e ragiona e solo nel finale del tempo, complice una precisa bomba da 3 (ormai denominata Gregoriana), effettua il sorpasso e con altre due azioni filtranti dei suoi incursori riesce ad allungare il punteggio sul +5 allo scadere dei primi 10 minuti. Il secondo tempo continua sulla falsariga del primo con il Calenzano , più preciso a canestro, che allunga il passo arrivando all’intervallo con +9. Sugli spalti gli umori delle tifoserie, pur rimanendo nella loro compostezza iniziano a mutare, i supporter giallo neri iniziano a convincersi che il miracolo possa avverarsi, nei support bianco azzurri traspare invece una lieve rassegnazione. Ma nel Basket non è niente scontato, il terzo tempo riserva sorprese a non finire degne di una finale , Il Sancat controbatte ogni iniziativa dei Bulldogs realizzando punti colpo su colpo recuperando lo svantaggio fino a portarsi verso i ¾ del tempo sul 36 pari, a questo punto è la tifoseria fiorentina che sprona i propri ragazzi capaci fino a quel momento di rimediare ad una situazione che sembrava compromessa, di rimessa partono le iniziative chiassose di incitamento BULLDOGS BULLDOGS cadenzato dall’immancabile fischio del pastore. Quando si dice che a volte il pubblico è il 13° giocatore in campo, come la frustata del fantino al proprio puledro, parte l’armata giallo nera infierendo un parziale di 0 16 ai tramortiti cugini fiorentini. Nel quarto tempo, dopo che il Sancat tenta, con una timida riscossa, di recuperare un po’ di terreno, si sta compiendo il miracolo per il Calenzano, il tempo scorre con la girandola di sostituzioni che hanno più l’aria di una passerella trionfale di questi instancabili ragazzi, a 5 minuti dalla fine della partita i cori di vittoria dei presenti di parte si alzano incessanti fino al suono della sirena. --- E’ l’apoteosi CAMPIONIIIIII TOSCANIIII e diritto di partecipare al titolo ITALIANO, nel parquet inneggiano le note di “We are the champions” lacrime di gioia, e di rabbia, un festoso applauso al quale si unisce anche la tifoseria del Sancat verso i propri beniamini anche loro attori di un bellissimo campionato e un ambizioso risultato finale per ritentare il prossimo anno. --- Eccoli sono loro i CAMPIONI in ordine sparso: Francesco Fiammelli, Tommaso Campostrini , Mattia Doni, Giosè Schapira, Gioele Sarti , Niccolò Ballini, Simone Baldini, Lorenzo Gostinelli, Leonardo Viciani , Giovanni Nesi, Gregorio Allinei, Alessandro Maiello, Lorenzo Papini, , Alberto Soletti, Elia Tagliaferri e il mitico Fabio VANGI e poi? …….. Coach Fede (il condottiero) con l’inseparabile Fili, gli ex Coach Annalisa, Letizia, Claudia, gli accompagnatori Carlo, Lisa , Stefano (detto il refertorio), la dirigenza tutta che ha sempre creduto in questo gruppo da quando erano nanerottoli, ed infine i genitori e parenti, pazienti, polemici, allegri, bizzosi, servizievoli sempre e comunque presenti. --- Ricordate le parole ad inizio anno ? “ci accontentiamo di arrivare tra i primi 8 sarebbe un bel successo entrare in Eccellenza…. “ --- Non c’è tempo per i festeggiamenti, da mercoledì nuovamente tutti in palestra, CAGLIARI ci attende…..FORZA BULLDOGS, FORZA CAMPIONI.

« Precedente